Contributo a Fondo Perduto per Promuovere il Commercio Equo e Solidale

Scopriamo insieme l’importanza del contributo a fondo perduto, un sostegno economico rivolto alle imprese vincitrici di gare d’appalto che investono nel commercio equo e solidale. In quest’articolo, esploriamo come funziona, a chi si rivolge e come richiederlo. Inoltre, vedremo come servizi come BandoFacile, grazie all’intelligenza artificiale, possano semplificare e velocizzare l’intero processo di candidatura ai bandi.

L’importanza del contributo a fondo perduto per le imprese aggiudicatarie di gare di appalto

I bandi di gara pubblici costituiscono da sempre un'importante opportunità di sviluppo per le imprese. Tuttavia, partecipare a queste procedure può comportare notevoli costi per le aziende. Per questo motivo, le amministrazioni pubbliche, con l'intento di promuovere l’utilizzo di prodotti del commercio equo e solidale, stanno incentivando le imprese vincitrici con misure di sostegno finanziario.

Cos’è il contributo a fondo perduto

Il contributo a fondo perduto è una particolare tipologia di aiuto economico. Con la legge n. 205 del 27 dicembre 2017, è stato istituito nel bilancio del Ministero un Fondo per il commercio equo e solidale. Questo fondo è diretto alle imprese che, rispondendo a bandi pubblici, si impegnano a utilizzare prodotti del commercio equo e solidale. A queste imprese viene riconosciuto un rimborso fino al 15% dei maggiori costi derivanti da questo impegno.

A chi si rivolge

Questo tipo di sostegno economico è pertanto diretto alle imprese vincitrici di gare di appalto bandite dalle pubbliche amministrazioni. Tali imprese, nel rispetto dei capitolati di gara, devono aver fornito prodotti del commercio equo e solidale.

Le imprese devono rispettare precisi requisiti, tra cui:

  • essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese;
  • essere in attività;
  • non essere in liquidazione volontaria o in procedure concorsuali;
  • essere in regola con le disposizioni in vigore in materia di normativa edilizia, urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e dell'ambiente;
  • aver restituito eventuali somme dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni precedentemente concesse.

È importante precisare che le imprese inadempienti in vari ambiti (dalle sanzioni interdittive alle sentenze penali dei rappresentanti legali, sino al mancato rimborso di aiuti considerati illegali) saranno escluse dalle agevolazioni.

Le agevolazioni disponibili

Per l'anno 2023, il Fondo messo a disposizione dal Ministero per i prodotti del commercio equo e solidale ammonta a 800mila euro. Le agevolazioni sono tramutate in un rimborso del 15% dei costi sostenuti per l'acquisto di prodotti del commercio equo e solidale. Tuttavia, il rimborso massimo non può superare i 10mila euro per ciascun beneficiario.

Modalità di richiesta

La presentazione delle domande di rimborso avverrà con una procedura valutativa a sportello, prevista dal decreto legislativo n.123/1998. Le domande dovranno essere presentate via PEC dal 4 settembre 2023 alle ore 12:00 all’11 settembre 2023 alle ore 12:00.

Nell’era dell’innovazione digitale, i servizi di facilitazione nella candidatura ai bandi possono essere di grande aiuto per le imprese. BandoFacile, ad esempio, grazie all’AI, semplifica e accelera tutto il processo.

In conclusione, il contributo a fondo perduto può rappresentare una grande opportunità per le imprese pronte ad investire nel commercio equo e solidale. Per non perdere queste chance è importante rimanere aggiornati e preparare con cura tutte le documentazioni necessarie per la candidatura.

Semplifica le tue Candidature ai Bandi con BandoFacile.

Se stai cercando un modo per rivoluzionare il tuo processo di candidatura ai bandi e semplificare la finanza agevolata, la soluzione è BandoFacile.

BandoFacile è il tuo nuovo alleato per navigare efficacemente nel mondo dei bandi di finanziamento. BandoFacile è una piattaforma progettata per semplificare e accelerare il processo di candidatura ai bandi. Attraverso l'uso dell'Intelligenza Artificiale, offre un approccio senza stress per partecipare ai bandi.

Carica il tuo bando, interagisci con il documento e lascia che il sistema di AI ti assista nella compilazione. L'innovativo assistente virtuale è sempre disponibile per rispondere a qualsiasi tua domanda e fornirti informazioni essenziali. Prova la demo gratuitamente!

Con la personalizzazione basata su AI, otterrai documenti perfettamente adatti alle tue specifiche esigenze. Ogni documento generato da BandoFacile viene esaminato da un consulente esperto prima della consegna per garantire la massima qualità.

Risparmia tempo, migliora l'efficacia delle tue candidature e sfrutta l'intelligenza artificiale a tuo vantaggio. Inizia ora la tua esperienza con BandoFacile. Scopri tutte le info su BandoFacile.