Esonero contributivo per le assunzioni con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di ex lavoratori dipendenti di Alitalia – Società aerea italiana S.p.a. e di Alitalia Cityliner S.p.a., effettuate dal 1° gennaio 2024 al 31 ottobre 2024

Descrizione

Il decreto-legge 10 agosto 2023, n. 104 riconosce ai datori di lavoro privati che assumono con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato i lavoratori di Alitalia Società aerea italiana SpA e di Alitalia Cityliner SpA, l'esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL). Per usufruire dell’esonero, l’assunzione deve avvenire nel periodo tra il 1° gennaio 2024 il 31 ottobre 2024.

Soggetti Beneficiari

Possono presentare la domanda i datori di lavoro privati, a prescindere dalla circostanza che assumano o meno la natura di imprenditore, ivi compresi i datori di lavoro del settore agricolo. Specifiche caratteristiche dei beneficiari sono indicate nella Circolare.

Spese ammissibili

La misura agevolativa in oggetto è pari, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, all’esonero dal versamento del 100 per cento dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, nel limite massimo di importo pari a 6.000 euro annui, da riparametrare e applicare su base mensile.

Scadenza

Si precisa che, con apposito messaggio, saranno fornite le istruzioni per la fruizione della misura agevolativa in oggetto, con particolare riguardo al procedimento di richiesta di ammissione all’esonero e alle modalità di compilazione delle dichiarazioni contributive da parte dei datori di lavoro beneficiari.

Specifiche

  • Attivo
  • Dotazione:
    9.300.000
  • Area Geografica:
    Italia
  • Scadenza:
    10/31/2024
  • Beneficiari:
    PMI / Grande impresa / Soggetto non classificato
  • Settori:
    Tutti i settori economici
  • Obiettivi:

    Aiuti sotto forma di sgravi fiscali in conformità della direttiva 2003/96/CE (art. 44)

  • Procedimento:

    Esenzione