Bando per la concessione di contributi alle imprese per l’ottenimento di certificazioni ambientali, etiche e sociali per la promozione dei valori ESG - BC24

Descrizione

IIl Bando intende sostenere ed incentivare la competitività delle imprese attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisizione di servizi per ottenere certificazioni ambientali, etiche e sociali e per la promozione dei valori ESG. Obiettivo del Bando è incentivare l’acquisizione di servizi per ottenere certificazioni ambientali, etiche e sociali e per la promozione dei valori ESG. Il contributo a fondo perduto è pari al 50% delle spese sostenute, documentate e ammissibili, al netto di IVA, fino a un importo massimo complessivo di € 14.000,00, oltre l’eventuale premialità di € 250,00 relativa al rating di legalità. L’investimento minimo finanziabile è di € 5.000,00. Sono finanziabili i progetti finalizzati all’ottenimento delle certificazioni ambientali, sociali o etiche di seguito elencate: • UNI EN ISO 14001:2015 - Sistemi di gestione ambientale • UNICEI EN ISO 50001:2018 - Gestione dell’energia • ReMade in Italy • Plastica seconda vita • FSC catena di custodia • EMAS 1221/2009 • UNI EN ISO14064-1:2019 - Carbon Footprint di Organizzazione • UNI EN ISO 14067:2018 - Carbon Footprint di Prodotto • Certificazione BCorp per il riconoscimento di impresa Benefit • SA 8000 – Sistemi di gestione della responsabilità sociale • UNI ISO 20121 Sistemi di gestione sostenibile degli eventi • ESG-SDGs Rating:2022 - Sistemi di gestione per lo sviluppo sostenibile delle organizzazioni o di prodotto • SRG88088 - Sistemi di gestione per la sostenibilità ESG delle organizzazioni • UNI/ PdR 125:2022 - Sistemi di gestione per la parità di genere.

Soggetti Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando tutte le imprese aventi sede legale operativa e/o unità locale operativa (con esclusione delle UL classificate come magazzino o deposito) nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio dell’Emilia iscritte ed attive al Registro delle Imprese. Le imprese beneficiarie devono, al momento della presentazione della domanda e fino a quello dell’erogazione del contributo, a pena di esclusione dal contributo: a) non trovarsi in stato di liquidazione giudiziale, concordato preventivo (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale in forma diretta o indiretta, per il quale sia già stato adottato il decreto di omologazione previsto dall’art. 112 e ss. del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza) ed ogni altra procedura concorsuale prevista dalla normativa vigente, né avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni nei propri confronti; b) il legale rappresentante e i soggetti indicati nell’art. 85 del Decreto Legislativo 159/2011 e s.m.i. (Codice Antimafia) non devono essere destinatari di provvedimenti di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all’art. 67 del medesimo Decreto o essere condannati con sentenza definitiva o, ancorché non definitiva, confermata in grado di appello, per uno dei delitti di cui all’art. 51, comma 3-bis, del codice di procedura penale; c) non presentare le caratteristiche di impresa in difficoltà ai sensi dell’art. 2 del Regolamento (UE) 651/2014, come modificato in seguito al Regolamento UE n. 1237/2021 della Commissione fatte salve le deroghe previste per le micro e piccole imprese dalla disciplina in materia di aiuti di riferimento.

Spese ammissibili

Sono finanziabili le spese - al netto dell’IVA, delle analoghe imposte estere e di altre imposte, tasse e diritti – relative a: − consulenza per l’ottenimento della certificazione prescelta (da specificare nella descrizione in fattura); − indagini finalizzate alle analisi ambientali iniziali e/o finali (esempio: emissioni, scarichi, carotaggi, analisi fonometriche); − spese di formazione erogata esclusivamente da agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti tecnici superiori; − spese fatturate dall’ente terzo certificatore.

Scadenza

Le richieste di contributo dovranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, firmate digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 11:00 del 29/04/2024 alle ore 16:00 del 27/09/2024.

Specifiche

  • Attivo
  • Dotazione:
    500.000
  • Area Geografica:
    Emilia-Romagna
  • Scadenza:
    9/27/2024
  • Beneficiari:
    PMI / Grande impresa