Contributi a fondo perduto a favore delle imprese danneggiate dagli eventi di ottobre e novembre 2023 per investimenti materiali e immateriali - Regione Toscana

Descrizione

Il bando, approvato in attuazione delle disposizioni dell’art. 5 della LR 51/2023 e dell’allegato B alla DGR 271/2024, prevede la concessione di contributi a fondo perduto a favore delle imprese danneggiate dagli eventi meteorologici di ottobre e novembre 2023. Questi contributi sono destinati a sostenere investimenti materiali e immateriali delle imprese colpite.

La dotazione finanziaria del bando è pari a € 5.910.000,00, con la possibilità di incrementare tale importo attraverso risorse aggiuntive stanziate da Enti, Fondazioni ed altri soggetti, previa stipula di accordo con la Regione Toscana.

La procedura del bando è automatica a graduatoria, e le risorse residue saranno ripartite equamente tra tutte le imprese ammissibili o destinate ad ulteriori edizioni e riaperture del bando.

La domanda deve essere corredata delle informazioni e dichiarazioni richieste, inclusa una perizia asseverata attestante l’ammontare dei danni subiti e il nesso di causalità con gli eventi meteorologici.

In caso di cessione di azienda o altre operazioni aziendali, il nuovo soggetto deve continuare a esercitare l’impresa e assumere gli obblighi previsti dal bando. Durante il periodo di mantenimento dell’operazione, il soggetto subentrante non acquisisce lo status di beneficiario, ma è obbligato al rispetto delle disposizioni del bando e delle normative di riferimento.

Soggetti Beneficiari

I beneficiari del bando sono:

  1. Micro, Piccole e Medie Imprese) così come definite dall’allegato I del Reg. (UE) n. 651/2014 e successive modifiche.
  2. Professionisti con sede legale e/o unità locale in Toscana, operanti in tutti i settori economici individuati dalla DGR n. 1155 del 9/10/2023, che:
    • Siano attivi alla data dell’evento calamitoso (29.10.2023 per le province di Lucca e Massa Carrara, 2.11.2023 per i restanti territori).
    • Siano localizzati nei Comuni individuati dalle Ordinanze commissariali n. 98 del 15 novembre 2023, n. 128 del 22 dicembre 2023, n. 129 del 22 dicembre 2023 e successive modifiche, e/o che abbiano subito danni durante l’esercizio della propria attività nei suddetti comuni.
    • Siano stati danneggiati a seguito degli eventi di cui alle citate delibere del Consiglio dei Ministri.
  3. Altri soggetti (quali associazioni, fondazioni, comitati e altri enti non societari) che esercitano un’attività economica classificata nelle suddette attività economiche.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese per: • interventi sugli immobili: manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia; • acquisto di impianti, macchinari, attrezzature, mobili e arredi e altri beni funzionali all’attività di impresa; • progettazione e direzione lavori in misura non superiore al 10% dell’investimento complessivo ammissibile; • investimenti immateriali quali acquisizione di servizi di consulenza, che non siano continuativi o periodici ed esulino dai costi di esercizio ordinari dell'impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale o la pubblicità. Sono ammissibili le spese sostenute per la perizia richiesta ai fini dell’accesso al bando. Una spesa è ammissibile dal punto di vista temporale quando si colloca tra il termine iniziale ed il termine finale pertanto tra il 3/11/2023 ed il 31/10/2024.

Non sono previsti massimali, fermo restando che l’agevolazione è comunque pari a massimo euro 5.000,00 e può raggiungere fino al 100% dell’investimento. Sono fatti salvi eventuali incrementi che saranno disciplinati in caso di risorse residue.

Scadenza

La domanda di agevolazione è redatta esclusivamente on line, previo accesso tramite credenziali SPID Livello 2 o CNS al sistema informativo all’indirizzo https://bandi.sviluppo.toscana.it/alluvioniinvestimenti, a partire dalle ore 14:00 del giorno 15/04/2024 e fino alle ore 16:00 del giorno 17/05/2024.

Specifiche